Mal di schiena

Il dolore dovuto al mal di schiena è una condizione molto comune ed è la principale causa di assenza dal lavoro in molte parti del mondo industrializzato.
E' difficile da diagnosticare e da curare e non ci sono test specifici per verificare che il dolore sia reale o invalidante. Detto questo, non sorprende che l'industria assicurativa, soprattutto all’estero dove il servizio sanitario non è gratuito, adotti un approccio piuttosto conservativo rispetto alla condizione di dolore alla schiena

Mal di schiena lombare?

La parte bassa della schiena, o la zona lombare, serve una serie di funzioni importanti per l'organismo umano. Queste funzioni includono il supporto strutturale per la maggior parte del peso del corpo, il movimento e la protezione di alcuni tessuti.
E’ presumibile pensare che i tassi di incidenza del mal di schiena aumenteranno significativamente nei prossimi anni a causa di tutta la popolazione che tende sempre più all’obesità.
Quando siamo in piedi , la parte bassa della schiena è sollecitata a sostenere il peso della parte superiore del corpo . Quando ci pieghiamo , estendiamo o ruotiamo la vita, la parte bassa della schiena è coinvolta in questo movimento . Proteggere i tessuti molli del sistema nervoso e del midollo spinale , così come gli organi vicini al bacino e dell'addome, è una funzione critica della colonna lombare e la muscolatura adiacente.

Come si combatte il mal di schiena in zona lombare?

Non sono consigliati lunghi periodi di inattività a letto in quanto questo atteggiamento può effettivamente rallentare il recupero motorio. Massaggi e manipolazione spinale per periodi fino a un mese sono risultati utili in alcuni pazienti senza segni di irritazione del nervo. Danni futuri sono evitabili con protezioni lombari durante le attività lavorative (sedia ergonomica) o a casa.
Come accennato in precedenza , il trattamento dipende dalla causa precisa della lombalgia e ogni paziente deve essere valutato e gestito da specialisti: un aspetto molto importante della valutazione individuale è la percezione del paziente stesso della propria situazione.

In alcuni casi, gli individui possono diventare permanentemente disabili a pesanti occupazioni fisiche o che richiedono una posizione specifica facendo pressione sul retro (per esempio, un dentista ).

Come spostare gli oggetti pesanti


Imparare a spostare gli oggetti pesanti è fondamentale per non affaticare la muscolatura della schiena poiché sollevando un peso la spina dorsale subisce in ogni caso uno stress fisico. Per prima cosa è importante abbassarsi piegando contemporaneamente le ginocchia e tenendo la schiena ben diritta. Nell’alzare l’oggetto cercare di tenerlo il più possibile aderente al torace e sforzarsi di usare i muscoli di gambe, braccia e addominali per sollevarlo completamente. Portandolo dal luogo dove vi trovare a quello dove desiderate andare, camminate cercando di tenere le gambe piegate e di impiegare il meno tempo possibile per il tragitto.

Come deve comportarsi il partner con il mal di schiena?

Contrariamente a quanto si pensi molto spesso il vero toccasana per il mal di schiena è il movimento. Anche se spesso il dolore è lancinante, nella maggior parte dei casi diminuire o addirittura fermare la propria normale attività fisica risulta ancora più dannoso, aggravando il problema. Alcuni studi hanno dimostrato che partner troppo apprensivi (non alzarti, te la porto io l’acqua!) facilitano il passaggio dal disturbo da occasionale a cronico.

Consultare comunque sempre il proprio medico per capire qual è la natura del mal di schiena.

Sconfiggere il mal di schiena ballando

Il ballo, inteso come Tango, Classico, Liscio e persino la Danza del Ventre sono un vero toccasana per il mal di schiena. Sempre a patto di praticarli nei modi dovuti e con la supervisione di un esperto. Se lo stress di tutti i giorni fa irrigidire e contrarre i muscoli della colonna vertebrale, non c'è niente di meglio del Tango Argentino: scioglie le tensioni e tonifica i muscoli ma attenzione, è inadatto a chi soffre di ernia del disco. Rivolgersi sempre ad un medico prima di iniziare.